Il Vulcano

    L’Etna (Mungibeddu o ‘a Muntagna in siciliano) è un complesso vulcanico siciliano originatosi nel Quaternario e rappresenta il vulcano attivo terrestre più alto della Placca euroasiatica. Le sue frequenti eruzioni nel corso della storia hanno modificato, a volte anche profondamente, il paesaggio circostante, arrivando più volte a minacciare le popolazioni che nei millenni si sono insediate intorno ad esso.
    Il 21 giugno 2013 la XXXVII sessione del Comitato UNESCO, riunitasi a Phnom Penh in Cambogia, ha inserito il Monte Etna nell’elenco dei beni costituenti il Patrimonio dell’umanità.
    La peculiarità della montagna, un vulcano, interessato da fenomeni improvvisi, quali tremori e sismi, le sue attività piroclastiche ed effusive, l’associazione con il fuoco, hanno ingenerato nel corso dei tempi l’idea che fosse dimora di divinità. Sono sorti pertanto santuari e luoghi di culto sia sulle pendici che nelle alture più scoscese.
    L’Etna si presta agli sport invernali, sci, sci di fondo, scialpinismo e snowboard; l’abbondante innevamento consente l’apertura delle due stazioni sciistiche presenti (una nel versante sud e l’altra in quello nord) in genere dalla metà di dicembre a primavera inoltrata. Nel versante sud, dal Rifugio Giovannino Sapienza, (Nicolosi) si può usufruire di una cabinovia da 6 posti, di una seggiovia biposto e di tre skilift per raggiungere le piste, nel versante est è presente il Rifugio Citelli, in comune di Sant’Alfio. Il comprensorio meridionale offre circa 10 km di piste. Il versante nord (Piano Provenzana, Linguaglossa, situato a 1825 m), è dotato di due skilift e di una seggiovia.

    Entrambe le stazioni sciistiche hanno subito, in due eruzioni differenti, la quasi totale distruzione delle strutture da parte della lava tuttavia dopo qualche anno di interruzione è avvenuta l’apertura degli impianti.

     

    Fonte wikipedia.it


    Richiedi Informazioni

    o Verifica subito la disponibilità delle camere!

    Condividi